Blog sulla Prevenzione delle Allergie all’interno della Tua Casa

Non bisogna esagerare con l’esposizione al sole! Attenzione alle scottature solari

Sono tantissime le persone che amano prendere il sole, ed è innegabile il fatto che trascorrere qualche ora in relax sotto i raggi solari è davvero molto rilassante.

Ma attenzione alle scottature...

 

scottature solari

I benefici dell’esporsi al sole

La “tintarella” offre dei benefici importanti all’organismo: i raggi solari ad esempio stimolano la produzione di vitamina D, la quale è preziosa soprattutto per le ossa affinché riescano ad assimilare più efficacemente il calcio, sostanza utilissima per la loro robustezza.

Esporsi al sole favorisce lo scioglimento articolare, rilassa i muscoli (utilissimo per gli sportivi), inoltre è un potentissimo antidepressivo.

Al di là di quanto prendere il sole riesca ad essere piacevole e utile per la salute, tanti uomini e tante donne amano farlo per ottenere una bella abbronzatura.

L’abbronzatura: un obiettivo che si pongono in tanti

protezione solareA livello estetico la pelle abbronzata sa rivelarsi molto piacevole, sebbene questo sia un aspetto del tutto opinabile: ci sono infatti molte persone, soprattutto donne, che adorano avere una pelle perfettamente candida.

Quando arriva la bella stagione ci si lascia spesso prendere dal desiderio di sfoggiare subito una pelle scura e si tende così ad esporsi al sole per una quantità eccessiva di ore oppure, ancor peggio, ad evitare di utilizzare dei cosmetici ad azione protettiva.

Entrambi i comportamenti, ovviamente, sono profondamente sbagliati: l’abbronzatura deve avvenire in modo graduale e senza pretendere di “bruciare le tappe”, inoltre tutti i tipi di pelle, anche quelle piuttosto scure, vanno sempre protette durante le esposizioni.

La scottatura: l’effetto più immediato di un’esposizione poco responsabile

scottature solari rimediSe si esagera con il sole la nostra pelle reagisce in un modo evidente e fastidioso, ovvero manifestando delle scottature, le quali possono presentare diversi livelli di gravità.

Una scottatura lieve implica un leggero ma percettibile arrossamento della pelle, mentre in quelle più accentuate questa cromia cutanea è molto più accentuata e si accompagna non di rado a bolle e vescicole.

I raggi UVA e UVB che raggiungono una pelle non protetta esercitano, sulla medesima, un effetto negativo, ovviamente a condizione che siano particolarmente forti: le esposizioni nei mesi estivi e in luoghi in cui la potenza dell’irraggiamento è accentuata dal contesto, quindi ad esempio al mare, al lago, in piscina o anche in montagna, sono quelle maggiormente a rischio.

Perché si verificano le scottature? Cosa accade alla pelle in questi frangenti?

L’abbronzatura, quindi l’effetto estetico che rende la pelle più scura, è dovuto a un processo biochimico ben preciso: la pelle che viene esposta abitualmente al sole incrementa la produzione di melanina al fine di rendere lo strato cutaneo meno vulnerabile dinanzi agli “attacchi” dei raggi solari, e se non si verificasse questo fenomeno naturale i rischi per la salute sarebbero molto seri.


danni scottature solariSe ci si rende protagonisti di comportamenti poco responsabili da questo punto di vista, ovvero appunto se ci si espone al sole per troppe ore o se non si protegge la pelle reagisce con una scottatura.


Simili irritazioni sono dovute al fatto che la cute, per proteggere l’organismo, espelle le cellule che hanno subito dei danni rilevanti in questo modo particolarmente evidente, nell’attesa di rigenerarsi in seguito.

Non è mai superfluo sottolineare abitudini come queste possono causare anche dei danni molto seri in un’ottica di lungo periodo, come ad esempio l’insorgere di tumori della pelle.

Una scottatura è fastidiosa, ma è comunque destinata a passare, i problemi che può comportare possono però manifestarsi in tutta la loro serietà anche a distanza di lunghi anni.

Un prodotto di qualità da applicare dopo l’esposizione al sole

Per preservare la salute cutanea è sicuramente un’ottima prassi quella di applicare sulla pelle, a seguito di un’esposizione al sole, un cosmetico dall’azione specifica.
cremagel doposole

 

Cremagel doposole lenitiva disarrossante per pelle sensibile è un prodotto davvero ideale da questo punto di vista: non si tratta di un protettivo da utilizzare prima dell’esposizione, bensì appunto di un cosmetico da applicare successivamente alla stessa, quindi ad esempio una volta rientrati a casa dal mare.

La formula di Cremagel doposole lenitiva disarrossante prevede la preziosa presenza di fitomelatonina, sostanza che viene estratta da alcune piante quali Salvia officinalis, Avena sativa e Achillea millefolium.

La struttura chimica della fitomelatonina è analoga a quella della melatonina prodotta dal corpo umano ed è un elemento naturale in grado di conferire alla pelle un effetto idratante e protettivo.

Utilizzare questo cosmetico dopo-sole consente di assicurarsi un effetto lenitivo e rivitalizzante senza trascurare il preziosissimo apporto antiossidante, utilissimo per placare l’azione negativa dei radicali liberi che, a seguito di un’esposizione al sole, tende a farsi più accentuata. 

 

Gli errori da non commettere nel cercare di abbronzarsi

Per quanto questo prodotto sia di ottima qualità e sappia rivelarsi davvero utilissimo nella protezione del benessere cutaneo, si raccomanda di proteggere sempre la propria pelle con un cosmetico con un SPF (fattore di protezione solare) adatto al proprio fototipo.

Allo stesso tempo non bisogna mai esagerare con il numero di ore di esposizione ed è profondamente sbagliato porsi degli obiettivi troppo ambiziosi dal punto di vista dell’abbronzatura.

Come detto è un risultato che può essere ottenuto esclusivamente in modo graduale, inoltre ogni pelle ha un limite naturale, più o meno elevato, oltre il quale non può ulteriormente scurirsi.

Un’altra ragione, questa, per evitare qualsiasi tipo di forzatura.