sanificazione-attivita

Quello della sanificazione è un argomento delicato, soprattutto dopo aver conosciuto l’epidemia da Coronavirus che ci ha costretti a dare attenzione ad aspetti banali della vita quotidiana, come lavarsi le mani o bere dalla stessa bottiglia, e ha stravolto profondamente l’ordine delle nostre priorità.

Questa emergenza sanitaria ha messo in crisi un po’ tutte le attività commerciali, che stanno però imparando a convivere con il virus portando avanti soluzioni concrete.

 

Una premessa necessaria è che se un ambiente è salubre le condizioni di vita sono migliori e si riducono invece le probabilità di contrarre malattie, indipendentemente dal virus.

 

Ciò è ancor più vero ora che i protocolli antivirus impongono alle imprese la sanificazione periodica dei locali.

L’importanza della sanificazione ai tempi del Covid-19

Oggi più che mai le attività commerciali sono tenute a tutelare la salute dei clienti e dei propri collaboratori e/o dipendenti, i quali devono essere messi in condizione di lavorare in sicurezza, non solo con il distanziamento delle postazioni o l’uso delle mascherine da parte di chi condivide spazi comuni ma anche attraverso la sanificazione degli ambienti.

 

Con questo termine si intende un complesso di procedimenti che permettono di abbattere le cariche batteriche e virali dalle superfici e dall’aria, rimuovendo possibili rischi di contagio.

 

La sanificazione va ben al di là della comune pulizia.

Difatti una qualsiasi superficie potrebbe essere pulita ma ospitare virus, germi e batteri.

Normalmente prima della sanificazione si fa la pulizia, cioè la rimozione meccanica dello sporco con idonei prodotti.

Il passo successivo è la sanificazione vera e propria nella quale rientrano tutti gli interventi finalizzati all’abbattimento di batteri, virus, funghi e muffe che non è stato possibile rimuovere con le operazioni precedenti.

Quale sistema di sanificazione ambientale scegliere per la propria attività?

Dal momento che esistono diversi sistemi per la sanificazione, dall’ozono ai processi di fotocalisi, dai procedimenti che si avvalgono del perossido di idrogeno al vapore acqueo, per un imprenditore è difficile scegliere quale sia il più adatto per la propria attività.

 

Ne deriva la necessità di richiedere la consulenza di esperti capaci di valutare caso per caso come intervenire per ristabilire la salubrità all’interno dell’ambiente di lavoro.


Ciò che è essenziale per tutelare la salute dei dipendenti, che devono poter lavorare in sicurezza, sia a livello psicologico che fisico e delle persone che frequentano questi luoghi, è che la sanificazione venga svolta da professionisti del settore con strumentazioni e prodotti conformi alle disposizioni inserite nel decreto ministeriale.

A ogni settore il suo sistema di sanificazione

La sanificazione è un’operazione necessaria non solo nelle sale operatorie degli ospedali e delle cliniche private, dove il rischio infettivo è più alto, o nelle industrie alimentari, che richiedono una maggiore attenzione per l’igiene, ma anche in scuole, centri sportivi, negozi, uffici e in tutti in quei contesti in cui sostano e transitano persone.

 

Ogni ambiente lavorativo, sia esso un’azienda, un ufficio o un ospedale, ha esigenze specifiche in termini di sistemi di sanificazione in quanto le tecnologie utilizzate devono essere adeguate alle superfici da trattare e allo stato dell’ambiente e talvolta è necessario un mix di tecnologie diverse per creare una sanificazione efficace.

 

Per esempio, negli uffici la sanificazione consiste nella pulizia di tastiere, telefoni, maniglie, l'aria dei locali e di tutte le superfici con cui il lavoratore entra in contatto abitualmente.

I negozi di abbigliamento devono provvedere alla sanificazione dei camerini e della merce provata, mentre i parrucchieri devono adoperarsi per disinfettare tutti gli strumenti di lavoro.

Le palestre e saloni per la cura della persona a causa del numero maggiore di persone che ruotano durante la giornata, devono effettuare un'attenta analisi per capire quali strumenti utilizzare per una sanificazione efficace.

 

Se c’è un ambito in cui la sanificazione è imprescindibile è quello medico-chirurgico e odontoiatrico, dove già prima del Coronavirus vigevano rigorosi protocolli di disinfezione e sterilizzazione degli ambienti e degli strumenti di lavoro, a seconda del fattore di rischio.

Dopo quest’emergenza sanitaria tali misure sono state potenziate per allontanare ogni possibile rischio di infezione.


Particolari cautele igieniche sono previste anche per chi lavora nel settore alimentare, dove la sanificazione è finalizzata all’abbattimento delle possibili contaminazioni sugli alimenti.

Sanificazione: una grande esperienza al tuo servizio

L'azienda Bio Allergy Free ha sviluppato dei sistemi di sanificazione certificati per i quali rilasciamo un’apposita vetrofania che certifica la procedura di sanificazione.

Abbiamo ideato una procedura di sanificazione innovativa che abbinala tecnologia periodica a quella continua, cioè senza interruzioni.

Mettiamo a vostra disposizione le conoscenze maturate in anni di esperienza in materia di sanificazione per liberare l’ambiente dal Covid e da tutti i patogeni in genere.

 

Le nostre tecniche sono rispettose dell’ambiente e in linea con le più stringenti misure di sicurezza imposte dal Ministero della Salute.


Infine, vale la pena ricordare che gli interventi di sanificazione ambientale possono beneficiare di una detrazione fiscale e di ulteriori ammortizzatori sociali nel caso in cui l’azienda debba interrompere le attività per procedere a interventi di pulizia particolari.

Prenota una consulenza telefonica gratuita con uno
specialista Bio Allergy Free
che saprà consigliarti il
protocollo di sanificazione più adatto alla tua attività.


Potrai così gestire la sanificazione comodamente in modo autonomo, economico e sicuro.

numero-verde-BAF